Austria, la prima nata del 2018 è un’islamica: sui social pioggia di insulti, minacce e maledizioni

In Austria la prima nata del 2018 è figlia di genitori stranieri e islamici, sui social una pioggia di insulti, minacce e maledizioni: «Ti auguro la morte in culla» .

È stata la prima nata del 2018 a Vienna la piccola Asel. E la foto che la ritrae insieme ai genitori felici è apparsa su tutti i giornali. Ma, invece, delle congratulazioni e degli auguri alla famiglia sono arrivati insulti e minacce. Il problema è che i genitori Naime e Alper Tamga sono musulmani e questo, nell’Austria in cui si è appena insediato un governo decisamente orientato a destra, è sicuramente un difetto grave.

Gli insulti

«Questa dolce neonata è stata oggetto di un’ondata incredibile di violenza on line nelle prime ore della sua vita — ha detto Klaus Schwertner, direttore della Caritas di Vienna, al New York Times —. È una dimensione completamente nuova dell’odio che può dilagare attraverso il web contro una creaturaCoke dall’elevatezza del innocente».

La foto, rilasciata dall’Associazione degli ospedali di Vienna, mostra la mamma raggiante, il volto incorniciato da un velo rosa: «Deportate la feccia immediatamente» è uno dei commenti sulla versione online del quotidiano Heute. «Spero in una morte in culla» scrive un altro utente.

Con fonte corriere.it

redazione riscatto nazionale

Shares